Sant'Alfio

La cittadina, le quali origini risalgono alla fine del ‘600, mantiene pressoché inalterato il centro storico che, segnato da vie anguste su cui si ergono i palazzi ottocenteschi più importanti, si impernia sulla piazza Duomo. Dal magnifico Belvedere è possibile ammirare il panorama della costa jonica da Taormina fino al golfo di Augusta, mentre la Chiesa Madre, di origine settecentesca e intitolata ai SS. Fratelli Alfio, Cirino e Filadelfo patroni del paese, si eleva su di una scalea, con una suggestiva facciata di pietre basaltiche e la gigantesca scenografia dell’Etna svettante alle sue spalle. Stradine sinuose seguono l’ascesa verso la montagna e tra portali e mascheroni in pietra lavica, tra uno scorcio e l’altro di paese, si intravedono rigogliosi distese di boschi di castagni, noccioleti e ciliegeti.

Proprio dinanzi al palazzo di città, vi è il “Museo della vite, del vino e degli antichi mestieri”, collocato in un elegante palazzo, nel quale in ambienti opportunamente strutturati, si possono osservare gli strumenti agricoli per la preparazione del vino, la coltivazione delle vigne e attrezzature inerenti gli antichi mestieri.

Castagno dei 100 Cavalli

 

 

 albero di castagno plurimillenario, (la sua età si aggira tra i 3600 ed i 4000 anni), ubicato nel Parco dell'Etna in contrada Carpineto. Molto studiato e visitato negli ultimi secoli, la sua storia si fonde con una leggenda secondo cui la regina Giovanna I d'Angiò col suo seguito di cento cavalieri si riparò da un improvviso temporale proprio sotto la chioma imponente del castagno. Poco distante si trova un vecchio albero di castagno, di età sicuramente più giovane del Castagno dei Cento Cavalli e sicuramente molto meno famoso di esso, conosciuto nel comune e nei comuni limitrofi per la caratteristica forma di nave, e per questo denominato in lingua siciliana: "Castagna la navi".

Chiesa del Calvario

 

 

 è una piccola struttura che risale al 1878, data in cui furono realizzate le sue parti iniziali, allo scopo di avere un luogo di culto per le celebrazioni del Venerdì Santo; la costruzione venne seguita dai sacerdoti Domenico e Peppino Caltabiano. La chiesa si erge alla sommità di una collina di notevole interesse paesaggistico. Ad essa si può accedere per mezzo di una piccola scalinata in pietra lavica, che conduce direttamente all'ingresso e alle tre navate che compongono l'edificio sacro. Al suo interno esso offre vari altari in legno che testimoniano l'arte prodotta dagli artigiani di un tempo.

Taormina

 

 

Immancabile una passeggiata lungo Corso Umberto I, la via principale della città, ideale per un po' di shopping; qui infatti si trovano molti negozi di artigianato che vendono di tutto: dalle ceramiche ai gioielli, dall’abbigliamento ai souvenir. 

Indubbiamente Taormina è anche mare e spiagge e durante la bella stagione, non si può resistere a un bagno rinfrescante nelle acque trasparenti di Giardini Naxos o delle spiagge di Mazzarò, a cui si arriva con una funivia, di Mazzeo e di Lido Spisone, dove la sera c'è anche una discoteca. 
L’altra spiaggia è quella di Isola Bella, una piccolissima isola situata nella Baia di Taormina, collegata alla terraferma da un lembo di terra, visibile con la bassa marea. E' un’oasi naturale protetta che regala scorci naturalistici impareggiabili.

10 cose da fare a Taormina

Catania

 

 

Visitare Catania è una continua sorpresa: si può passeggiare tra i grandi viali settecenteschi e rilassarsi in uno dei locali lungo la bellissima via Etnea, cuore pulsante della mondanità catanese e luogo ideale per lo shopping.
Per chi ama il mare, il litorale catanese, caratterizzato dall’alternarsi di spiagge sabbiose e coste rocciose di natura lavica, non lascia che l’imbarazzo della scelta.
Un itinerario pieno di suggestioni è poi quello dedicato al vicino parco dell’Etna, tra boschi di pini, superfici di lava nera e crateri fumanti.
Catania è dunque una città dai mille volti e notevole è anche la vita culturale  della città che ruota intorno all’università, una tra le più antiche d’Italia (1434).

10 cose da fare a Catania

Etna

 

 

Il più grande vulcano attivo in Europa e uno dei più alti del mondo.

Secoli e secoli di eruzioni hanno modificato il paesaggio circostante, trasformando la flora e la fauna mediterranea tipica della Sicilia in un ambiente suggestivo quasi lunare. Un ambiente  tutelato da un vasto parco naturale, il parco naturale dell'Etna, istituito nel 1987. 
Il parco e lo stesso vulcano sono  visitabili grazie a numerosi sentieri naturalistici, aperti  a tutti. Inoltre il vulcano presenta diverse bocche sparse a varie altitudini, prodotte dalle varie eruzioni nel tempo, di facile accesso da parte dei visitatori e dei ricercatori e nelle quali vengono effettuate escursioni. Oltre quindi agli studiosi che ormai lo conoscono e lo studiano da anni,

Prenota una giornata al Lido Monsone tramite noi oppure segnala “Casa Currenti” all’ingresso e avrai uno sconto  immediato presso la struttura Buon divertimento!! 

voglia di mare?

Cosa fare

INDIRIZZO

Via Giovanni Verga 59

Sant'Alfio, (CT)

CONTATTI

booking@casacurrenti.com

Tel: +39 3273535713

ACCETTIAMO

Show More
  • Facebook Basic Black
  • Black Icon Instagram